Pachyrhinosaurus lakustai

Epoca: Cretacico superiore (73,5 - 72,5 milioni di anni fa)
Dimensioni: fino a 6 metri di lunghezza
Peso: fino a 2 tonnellate
Gruppo di appartenenza: Dinosauria > Ornithischia > Ceratopsia > Centrosaurinae
Dieta: erbivoro
Siti di ritrovamento: Formazioni Horseshoe Canyon e Bearpaw, Alberta (Canada) e Alaska (USA); la specie affine Pachyrhinosaurus canadensis è stata rinvenuta solo in Canada.

L'elemento più distintivo e spettacolare dei Ceratopsia, o "dinosauri muniti di corna", era l'enorme testa dotata di un becco simile a quello dei pappagalli, di un collare osseo che si proiettava all'indietro verso il collo e di un numero variabile di corna e protuberanze sul capo.

Proprio una di queste protuberanze è la caratteristica che rende unico nell'aspetto Pachyrhinosaurus. Il suo nome significa infatti "sauro dal naso spesso" e si riferisce alla grande protuberanza rugosa che adornava le ossa nasali al posto del corno presente in molti altri Centrosaurinae. Studiando la microstruttura dell'osso e facendo confronti con gli animali attuali, i paleontologi hanno riscontrato forti somiglianze con la fronte dei maschi adulti del bue muschiato, Ovibos moschatos. Essa non è semplicemente ricoperta di pelle, ma è rivestita da uno spesso cuscinetto di epidermide corneificata che ne aumenta di molto le dimensioni e aiuta ad assorbire gli impatti nei frequenti scontri tra rivali. Se questi scontri avvenissero anche tra i Pachyrhinosaurus non si sa: di certo si sa solo che, almeno in certi momenti dell'anno, questo animale viveva in gruppo, come testimoniato dal ritrovamento di grandi accumuli di ossa con resti di individui di età differenti.

Il collare osseo era invece adornato da diverse corna. Poiché i crani rinvenuti di Pachyrhinosaurus canadensis sono piuttosto incompleti nella regione del collare, la ricostruzione della forma e dell'orientamento delle corna è stata basata su Pachyrhinosaurus lakustai, una specie leggermente più antica e di taglia più piccola: tra gli spuntoni che adornavano l'asse mediano del collare essa possedeva una lunga barra appuntita, perpendicolare, che fa pensare ad animali mitologici come l'unicorno.

I Ceratopsia come Pachyrhinosaurus brucavano al suolo le vaste praterie di felci e consumavano le abbondanti Angiosperme (piante con fiore) che venivano tranciate dal possente becco e tagliuzzate in minuscoli brandelli dalle batterie di denti affilati. L’efficienza dei denti era sempre massima, poiché non appena un dente veniva usurato, esso cadeva e ve ne era già sotto uno nuovo pronto a sostituirlo.

Immagini non disponibili