Stegosaurus stenops

Epoca: Giurassico superiore (153 - 147 milioni di anni fa)
Dimensioni: circa 6,5 metri di lunghezza
Peso: 2 tonnellate
Gruppo di appartenenza: Dinosauria > Ornithischia > Tyreophora > Stegosauria
Dieta: erbivoro
Siti di ritrovamento: Wyoming, Utah, Colorado, Montana, New Mexico (USA).

Stegosaurus deve il suo nome alle grandi piastre ossee che alla fine del 1800 si pensava fossero disposte sul dorso come le tegole di un tetto. Oggi si sa che si proiettavano verso l'alto, alternando lungo la fila una leggera inclinazione a destra e a sinistra. La loro funzione resta ancora incerta. La teoria più accreditata suggerisce che fossero importanti strutture di riconoscimento, soprattutto negli individui adulti in cui erano molto più sviluppate che nei giovani. L'utilizzo come scambiatori di calore per regolare la temperatura corporea non ha invece trovato particolare riscontro nella struttura ossea e resta tutto da dimostrare. Data la posizione, è evidente che non offrivano particolare protezione al dorso. Stegosaurus non era comunque indifeso: due lunghe spine si proiettavano da ciascun lato dell'estremità della coda e una serie di piccole placche e tubercoli formava invece una valida protezione alla gola dell’animale.

Spesso Stegosaurus viene considerato uno dei dinosauri più stupidi, a causa delle minuscole dimensioni di testa e cervello rispetto al resto del corpo. Alcuni studiosi pensano però che un’espansione del midollo osseo a livello del bacino compensasse le ridotte dimensioni del cervello fungendo da centro di integrazione e smistamento degli impulsi nervosi diretti alla coda e alle zampe posteriori.


Altre immagini: